live in italy

10.08.2022
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Intervista Avantasia 2007
Scritto da The Somberlain   
Venerdì 01 Ottobre 2010 12:18

Intervista Avantasia

Avantasia

 

5 Dicembre 2007
E' tornato!!!
Con il suo progetto più abizioso!!!
Dopo due splendidi album (di cui uno, il primo, davvero un capolavoro) Tobias Sammet c'ha regalato quest'anno un nuovo capitolo della saga di "Avantasia"...
E quale migliore occasione , data la recente uscita di questo "colossal" del metal che raggruppa in sè i migliori artisti del panorama mondiale, per scambiare qualche parola con il simpatico mastermind, Tobias ?
Questo è quello che ci ha detto.

 

Somberlain : Ciao Tobias, puoi presentarci il nuovo album “The Scarecrow”?

Tobias : Sì. E’ un album che da tempo volevo realizzare. Quando lo ascolti capisci che è stato scritto dalla stessa persona che ha composto i due precedenti, ma è anche qualcosa in più rispetto a quelli. C’è più varietà, e penso che devi avere una mente aperta e prenderti il tempo necessario per capirlo appieno, ma se lo fai penso che sia un grande album. Qualcuno dice che non è più metal, che è pop, ma penso siano cazzate. Devi abbracciare ogni tipo di rock e metal melodico per capire il disco.

Somberlain: Penso che questo album sia meno power metal dei precedenti. Sei d’accordo?

Tobias : Sì, è più vario, come ho già detto; penso ci siano elementi power come in Another Angel Down, e in Shelter From The Rain con Michael Kiske, che suona un po’ come Eagle Fly Free, e anche in altre canzoni, ma non c’è solo una dimensione. Ho voluto includere diversi generi di metal in questo disco.

Somberlain: Puoi dirci qualcosa riguardo i musicisti coinvolti nel progetto; qual è la persona con cui hai collaborato più volentieri?

Tobias : Direi Sascha (Paeth, ndS), perché abbiamo pianificato tutto assieme, abbiamo visto questo disco nascere e crescere fin dall’inizio, ma penso che tutti i cantanti e i musicisti che hanno partecipato al disco abbiano fatto un ottimo lavoro. Ci sono musicisti che avevano già registrato sui vecchi dischi, ma anche ospiti nuovi, come Alice Cooper o Rudolf Schenker.

Somberlain: A proposito di questi grossi nomi. Come li hai convinti a partecipare al disco?

Tobias : Non ho dovuto convincere nessuno. Alice Cooper non lo conoscevo prima, ma è stato grazie ad Eric Singer (Batterista dei Kiss, anch’egli ospite nell’album, ndS), che è anche suo batterista e gli ha chiesto per me se voleva registrare qualcosa per il disco; lui ha detto -Certo, posso farlo- E così ha registrato le sue parti. Rudolf Schenker l’ho contattato via e-mail, perché ci eravamo conosciuti ad un concerto. Non si è trattato comunque di convincerlo.

Somberlain: E riguardo ai testi puoi dirci qualcosa?

Tobias : Sì, è una storia nuova e differente dalla precedente. Questa volta la trama è un po’ più filosofica, mentre quella precedente era più fantasy. Si tratta di un uomo che cresce senza affetti, senza relazionarsi agli altri, e così anche il suo modo di percepire la musica è differente. Inizia a comporre, e in questo modo la gente inizia ad apprezzarlo e lui cresce anche socialmente. E’ una sorta di Faust (Capolavoro dello scrittore tedesco Johann Wolfgang Goethe, ndS)

Somberlain: Sei stato influenzato da qualche libro o film per la stesura dei testi?

Tobias : No, a parte il Faust, anche se questo riguarda l’esplorazione della natura umana, e penso che sia una cosa che ognuno fa. L’ha fatto Goethe, ma è un tema molto più vecchio di lui. I testi sono più basati sull’ esperienza personale.

Somberlain: Quest’anno suonerete a Wacken. Come ti senti?

Tobias : Sono molto soddisfatto ed emozionato. Ovviamente quando riesci a suonare headliner al più grande festival metal del mondo devi esserne orgoglioso. Sicuramente ci saranno Oliver Hartmann e Andrè Matos, ma per Eric Singer e Alice Cooper la faccenda è più complessa. Devono controllare la loro schedule.

Somberlain: E con gli Edguy state componendo nuovo materiale?

Tobias : Inizieremo a gennaio (l’intervista è stata fatta a Dicembre, ndS), e abbiamo già pronte alcune canzoni, che sembrano molto buone.

Somberlain: Nella tua carriera hai raggiunto i tuoi obiettivi?

Tobias : Sicuramente sarei un megalomane se ti dicessi di no. Ma bisogna sempre crearsi nuovi obiettivi.

Somberlain: E nella vita?

Tobias : Non lo so. Non ho un sogno irrealizzato, ma non so che sogni potrei avere ora. Vivo semplicemente giorno dopo giorno.

Somberlain: Grazie, Tobias. L’intervista è finita. Concludi come vuoi.

Tobias : Grazie per l’attenzione. Sentite l’album; spero che vi piaccia!