live in italy

02.10.2022
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione Anthrax - Worship Music Megaforce Records 2011
Scritto da DraconianHell   
Sabato 08 Ottobre 2011 15:51

Recensione  Anthrax - Worship Music  (Nuclear Blast 2011)

Questo è uno dei lavori piu attesi degli ultimi anni dai thrasher mondiali. Come sempre le aspettative che si hanno sugli Anthrax sono sempre molto alte.

Dopo l'uscita "Sound Of White Noise" abbiamo imparato ad amare questa grande band anche sotto un altra forma ,,diciamo molto piu grintosa,meno scontata e piu,se vogliamo, tecnica...poi sfortunatamente la moda delle reunion ed ecco Bush escluso dalla band per fare posto al leader di sempre Belladonna per il tour mondiale "revival". Finita la tourneè mondiale Belladonna rientra nell ombra senza dare traccia di se.
Ma come si sa gli Anthrax sono belle miniere musicali ed ecco sfornato WORSHIP MUSIC edito dalla Megaforce Records.
In fase di scrittura dei pezzi per Worship Music c'è lo zampino di uno sconosciutissimo (perlomeno a me ) Dan Nelson,che ultimata la stesura dei pezzi s'è dato alla macchia anche lui... ed ecco il ritorno di Belladonna,con una rivisitazione di tutti i pezzi.

Quello che salta subito alle orecchie è il fatto che, nonostante gli anni di Bush all interno della band siano stati pochi,la sua contaminazione sonora è nettamente riconoscibile in questo lavoro.

L'intro "Worship" fa subito capire il loro nuovo stile compositivo,la novità è l uso di strumenti ad arco mai apparsi in uno dei loro lavori...ma l Intro ha solo una parvenza di dolcezza con "Earth On Hell" si è catapultati nell essenza Thrash classica ma buttando un orecchio anche a melodie e passaggi piu ricercati.
"Devil Know You"il secondo pezzo che troviamo è quello che secondo me fa davvero rinascere gli Anthrax ,con un Belladonna carichissimo e che sembra aver trovato una sua dimensione sonora.davvero spettacolare.
"Fight'Em 'Til You Can't","I'M Alive" adrenalina pura. Con "Hymm 1" e l'inizio di violoncelli mi fa venire subito in mente gli Apocalyptica...ma è questione solo di qualche secondo.questo è uno dei pezzi che preferisco di piu di quest album, inutile...lo zampino di Bush è presente davvero grandioso.
Altro pezzo miliare è "In The End" un omaggio dei nostri Thrasheroni ai grandi che ci hanno abbandonato, come Darrel e non ultimo RJ Dio.
Com "Hymm2" Benante scatena la sua bravura con questo assolo...sarà molto gradita da tutti gli amanti delle pelli!
"Crowl",che dire... completamente diversa dal susseguirsi di questo album, appena l'ho sentita ho pensato subito alle sonorità Grunge di Pearl Jam o i primi SoundGarden.Davvero ben fatta. Anche se la base elettronica alla fine potevano anche risparmiarsela ;)
Con "Judas Priest", "The Constant" e "Revolution Screamer" veniamo sbattuti alle care e vecchie sonorità thrash old school con il groove che ha sempre contraddistinto nel anni gli Anthrax.
Conclusioni: Chi pensava che Belladonna fosse finito(me compresa) si sbagliava e di grosso, spero solo che continuino a tenere questo tenore musicale che a quanto sento ha rinvigorito e ringiovanito tutti i componenti.

Voto: 10/10

Line Up:
Joey Belladonna - voce
Scott Ian - chitarra
Rob Caggiano - chitarra
Frank Bello - basso
Charlie Benante - batteria


Tracklist:
Worship
Earth on Hell
The Devil You Know
Fight 'Em 'til You Can't
I'm Alive
Hymn 1
In the End
The Giant
Hymn 2
Judas Priest
Crawl
The Constant
Revolution Screams

Ultimo aggiornamento Martedì 23 Ottobre 2012 19:52