live in italy

06.02.2023
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

√ą necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione Simulacro - Fall Of The Last Idol
Scritto da Somberlain   
Mercoledì 10 Luglio 2013 08:53

SIMULACRO - FALL OF THE LAST IDOL

(2013 - De Tenebrarum Principio)

 

Interessante debutto quello dei sardi Simulacro; Fall Of The Last Idol appare come un maligno e spettrale gioiello di black metal contaminato da continue malsane dissonanze, con venature ambient e death a fare capolino qua e là nelle sette canzoni che lo compongono.

La band si muove continuamente tra parti cupe, lente, pesanti e sulfuree e passaggi pi√Ļ veloci, creando un'opera molto interessante, ben suonata, mai banale, e soprattutto ricca di identit√†, spunti¬† e variazioni, non volendo (a ragione) i Simulacro proporre qualcosa di solamente ancorato al black.

Così, tra canti gregoriani deviati (in Rex Tremendae Majestatis), che strizzano l'occhio ai Deathspell Omega di First Prayer e ai Bahal di Relapsa, passando per la cadenzata e funerea Irreversible Iconoclastic Corruption, ricca di groove e atmosfera, così come Burning Ruins of Submission, dall'intro alla primi Naglfar, l'ascoltatore verrà catapultato in un mondo plumbeo, dominato da lutto e dannazione eterna, mondo creato sapientemente dal gruppo italiano.

Non c'è altro da aggiungere: l'ascolto è vivamente consigliato: aspettiamo presto il seguito.

 

Voto: 7,5/10

 

Web:

https://www.facebook.com/simulacroband

 

Tracklist:

1 - Rex Tremendae Majestatis
2 - In the Temple of Hypocrisy
3 - Alive
4 - Irreversible Iconoclastic Corruption
5 - My Skin is not My Own
6 - Burning Ruins of Submission
7 - The Fall

 

Line Up:

:D1821: - Vocals

Xul - Guitars, Backing Vocals, Synth

Ombra - Bass

Thaniey - Concept, Backing Vocals

Anamnesi - Drums

Ultimo aggiornamento Mercoledì 10 Luglio 2013 09:02