live in italy

06.10.2022
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione Asterius - A Moment Of Singularity
Scritto da Dile   
Martedì 17 Agosto 2010 10:00

Asterius - A Moment Of Singularity (Cruz Del Sur 2003)

 

Asterius-AmomentofsingularityEcco un altra discreta release proveniente dalla Germania, infatti i nostri sono provenienti dalla terra del Krauti-Metal e stranamente non fanno power ,anzi si lanciano in uno stile completamente lontano dalle band che usualmente derivano da quelle simpatiche terre. Gli Asterius suonano un avant-garde black metal molto vicino alle composizioni del Vintersorg odierno, quindi ci sono blast-beat alla black metal d'annata, parti death, classic con clean vocals e anche qualche spruzzo di elettronica che non fa male. Insomma una bella proposta vero? Anche se purtroppo i nostri non si avvicinano alla bravura del compositore norvegese, una capacità ottenuta grazie ad anni di esperienza e gli Asterius sono alla prima release è questo si sente. I pezzi sono tutti validi e la proposta è molto varia ma certe parti bisogna ametterlo sono forse troppo scontate e noiose e sono sicuro che si poteva fare di meglio. Ma come ho detto questo è il primo lavoro quindi è normale dover attendere ancora un pò per vedere l'apogeo e ci mancherebbe insomma. Quindi non vedo l'ora di ascoltare il loro nuovo lavoro perchè sono convinto che sarà un deciso miglioramento magari integrando ancora di più l'elettronica creando una miscela esplosiva che qui è parzialmente raggiunta. Sono rimasto sorpreso dal bellissimo package che ha fornito la nostrana Cruz del sur (infatti è un etichetta romana)e mi fa ben sperare per un roseo futuro .Un altro punto interessante è la presenza di un video live preso da un esibizione del Wacken (infatti questa band ha suonato per ben due volte al Wacken senza avere un contratto decente e dopo dicono che è facile accasarsi) così possiamo ammirare questa nuova realtà anche dal punto di vista live. Alla fine il dischetto non è male anzi mostra punti interessanti ma non lo consiglio spassionatamente magari dategli un ascoltata perchè sicuramente merita; il sottoscritto ora aspetta la loro seconda opera che, visto le premesse, sarà un successo.

7/10

Website: www.asterius.net

Lineup:
Sir-I-us - Vocals,Guitar
Andrash - Vocals
Sataar - Guitar
Cain - drums
Arctur - Bass,programming

Tracklist:
1. Frozen Zodiac
2. On black tusk
3. Gemini north
4. Another me
5. Multiverse
6. The one Perspective
7. A greater path
8. A greater path
9. A different perspective