live in italy

06.10.2022
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione Before The Dawn - My darkness
Scritto da Dile   
Martedì 17 Agosto 2010 12:43

Before The Dawn - My darkness (Locomotive Music 2003)

 

BeforeTheDown-MyDarknessLa Finlandia è sempre stata una delle patrie dell' Heavy Metal moderno, infatti nell'arco di questo decennio sono usciti una quantità industriale di gruppi da quelle gelide terre. Molti di questi non sono eccezionali, ma alcuni si sono imposti sulla scena musicale, basti pensare a Sentenced, Amorphis, Stratovarious (Bleah), Sonata Arctica, To/die/for e Him.
Certo tutti questi gruppi sono stati fondamentali (forse meno i Sonata Arctica), ma hanno creato all'interno della propria scena una certa immobilità creativa che ha fatto nascere band anonime ,caricature dei gruppi leggendari.
Quindi avvicinandomi ai Before the dawn avevo proprio la paura di trovarmi di fronte il solito gruppo suicide che non ha niente da dire..... e invece? Caspita... mi trovo un ensemble, certo non rivoluzionaria, ma intelligente e con una spiccata personalità. I nostri infatti ripescano a piene mani i riff depressi e malinconici dei Katatonia di "Brave murder day" e "Discouraged ones" imettono qualche sprazzo di suicide metal tanto caro ai To/die/for ed Entwine, rimescolono il tutto con del sano e buon death, ma lo fanno con una personalità ben definita; Infatti se è vero che rubano sapientemente di quà e di là è anche reale la loro bravura nel comporre le canzoni creando dentro l'ascoltatore un emozione senza pari. I riff ti si stampano dentro al primo ascolto e le linee vocali ti spaccano il cuore in due con delle alternanze tra clean vocal veramente belle (il buon Panu è un genio) e la tipica Voice death-black che ho apprezzato in quanto è ben calibrata e non dà fastidio, anzi ti esalta come un maledetto.
L'unica nota negativa che posso muovere al dischetto in questione riguarda la parte ritmica che è abbastanza anonima, sopratutto il batterista che è proprio di scuola finlandese, una scuola che ha come base la semplicità e la scontatezza (a parte il buon batterista degli Amorphis), ma comunque sono fiducioso visto che nel prossimo disco i nostri si avvaleranno della collaborazione di un nuovo drummer che al primo ascolto delle nuove tracce mi sembra meno anonimo. Sì avete capito bene ci sono delle nuove tracce, il prossimo disco uscirà a Maggio e grazie alle primizie che ci regalano nel loro sito, ovvero (www.Beforethedawn.com), l'attesa sarà dura visto che sembra proprio un passo avanti rispetto a quanto fatto in questa bellissima opera.
Ascoltateli,ascoltateli e ascoltateli perchè ne vale la pena, siamo tutti stufi di sentire il solito gruppo clone dei Sentenced e degli Him, vogliamo di più e i Before the Dawn ci danno tutto questo , varietà, richiami Svedesi, tanta musica malinconica e violenta. Alla fine vi ritroverete a cantare a squarciagola:"Deep down in my darkness, Deep down in my darkness, Unrighteous dimension of despair".

7,5/10

Website: www.beforethedawn.com

Lineup:
Panu Willman - Guitars,Clean voice
Tuomas Saukkonen - Guitars,Death voice
Toni Broman - Bass
Dani Miettinen - Drums
Mika Ojala - Keyboards

Tracklist:
1. Intro
2. Unbreakable
3. Seraphim
4. My darkness
5. Take my pain
6. Father and son
7. Alone
8. Angel
9. Undone
10. Human Hatred
11. 04:16 A.M