live in italy

28.05.2017
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Metallica - Load (20 anni dopo)
Scritto da Stefano   
Domenica 27 Novembre 2016 10:43

Tagliamo subito la testa al toro: io, Load, non l’ho mai ascoltato.
E ora dopo aver decapitato il bovino, vi spiego perché ne posso parlare: perché io, l’uscita di Load, l’ho vissuta.
I fan che urlavano al tradimento, le interviste di Lars che cercava di farsi odiare da tutti, le foto improbabili e le recensioni discordanti.
E’ un album che fece molto discutere, ma alla fine queste discussioni, mi sa, non portarono da nessuna parte: i Metallica continuarono a far soldi e credo che attualmente non suonino neanche un pezzo da Load dal vivo; e la musica metal continua tranquillamente la sua strada, nonostante le terribili minacce di Lars.
Ma, in fondo, cosa significava questo Load? Che gli anni ’80 fossero finiti era un concetto che avevano già chiaramente espresso i Nirvana. Che i Metallica non fossero più 4 ragazzotti scanzonati che suonavano thrash era un fatto palese dopo il successo universale del Black Albume, quindi, questo album era ovvio che con il metal voleva centrare poco e il suo pubblico ideale era il pubblico generalista da Heineken Jamming Festival. Per cui, dato che nel ’96 uscì tanta di quella roba strafiga, dovendo scegliere quale album trascurare puntai su questo, scelta di cui non mi son mai pentito.
Lo so che è un ragionamento un po’ da testa da minchia, ma è quello che feci (o quello che ero… o quello che sono), quindi se volete sapere com’è musicalmente, mi dispiace, rivolgetevi altrove.

[Skan]

Per esempio, potete chiedere a me. Io di professione faccio l’Avvocato Del Diavolo e, di cause perse, me ne intendo. Perché i Metallica del periodo Load/Reload sono una causa persa e allora qualcuno dovrà pur difenderli in qualche modo. Load è il disco che i Corrosion Of Conformityavrebbero potuto suonare se fossero andati in trip di soldi, coca e puttane. Io, i CoC, li adoro, ma è innegabile che i Metallica si siano presi una bella sbandata per i CoC e abbiano deciso di seguirne le tracce. Nel 1994 era uscito un discone come Deliverance e non poteva lasciarti indifferente con quella sua scaletta con AlbatrossClean My WoundsBroken Man etc etc. Ma sto andando fuori tema. Dicevo dei Metallica e di Load. Dopo il Black Album hanno fatto tour, tirato su camionate (non palate) di soldi e hanno raggiunto il picco di popolarità assoluta (anche la casalinga della provincia in culo ai lupi, in qualche modo, conosceva una canzone come Enter SandmanNothing Else Matters) ed ecco che gli chiedono di entrare in studio e di produrre qualcosa che sia una bomba.
Che fare?
Un Black Album-bis? Un disco thrash (che son ormai anni e anni che non compongono un disco thrash)? La domanda deve aver infestato i sonni del duo Lars UlrichJames Hetfield. L’idea che viene fuori è liberatoria come alzarsi dopo una notte di buon sonno e andare al cesso a depositare uno stronzo di 30 cm: deludiamo tutti, allontaniamoci dal metal e diciamo al mondo che amiamo il brit-pop e gli Oasis. Vestiamoci da papponi ignoranti e mettiamoci smalto nero e leccature di mucca in testa. Ma, soprattutto, suoniamo un disco di hard rock generico, vagamente bluesy, con solo alcuni appigli irruenti nascosti sotto una patinatura laccata e piacevole. Suoniamo qualcosa che, con tanti soldi e una reputazione da smerdare, potrebbe avvicinarsi a quello che potrebbero suonare anche i Corrosion Of Conformity. Ma suoniamolo peggio.
Deludiamo. Gettiamo nello sconforto. Facciamo piazza pulita.
Liberarsi la coscienza e deludere il proprio pubblico è profondamente metal.
Stupiamo tutti, facciamo prendere lezioni di canto a James, incominciamo a far disimparare a suonare la chitarra a Kirk (che da quel momento in avanti produrrà delle figure imbarazzanti in giro per i palchi), deludiamo Newsted, intitoliamo le canzoni in maniera orribile (Aint’ My Bitch2×4), buttiamo nel mucchio una canzone inutile come Hero Of The Day o il country d’accatto come Mama Said, tiriamo fuori una copertina con sangue e sperma e poi alziamo la testa e diciamo “come vaffanculo vi piace”?
La risposta è meno scontata del previsto.
[Zeus]