live in italy

02.10.2022
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione Breach - It's Me God
Scritto da Webmurder   
Martedì 17 Agosto 2010 14:29

Recensione Breach - It's Me God (Burning Heart 1998)

 

Breach-itsmegodUno spettacolare album proveniente dalle geniali menti della svedesissima band! Forse il disco più rappresentativo dei Breach, e non a caso si intitola "it's me God" , Dio sono io.
Il punto è che ascoltandolo, l'atroce dubbio si insinua: "ma sarà vero o è solo un abile gioco di parole per un titolo ad effetto?". La poderosa voce che si intreccia con le melodie, pur non seguendone quasi mai i tratti somatici sino in fondo, riesce ad esprimere sensazioni di rara intensità!
La chitarra, molto pastosa, "delinea" la straordinaria capacità del gruppo di coniugare straordinari giri noise ad altrettanto  interessanti ritmiche, tempistiche ed arie assolutamente all'avanguardia rendono con assoluta efficacia la negatività, il dissidio interiore, il contrasto odierno dell'umano essere, la paura e la rabbia che i Breach hanno dentro!
A mio parere con "it' me God" si è scritta una bella pagina della musica, anche grazie alla produzione BurningHeart ed alle intuizioni di questi pazzi!
Ah si! Un consiglio:"Non scoraggiatevi assolutamente al primo ascolto, dateci dentro sino a che assorbirete le "stravaganti" scelte di registrazioni dei Breach!" Molto sporche, come del resto si ripete pure in altri loro album, richiederà da voi un notevole sforzo equalizzativo!

8,5/10

Lineup:
Tomas - Vocals
Anders - Guitar
Kalle - Bass
Niklas - Guitar
Jejo - Drums

Tracklist:
1.Valid      
2.God Forbid Me     
3.Deadheads     
4.Painted Face     
5.Clot     
6.Centre     
7.Replenish The Empty     
8.Presume The Forgotten     
9.Bloodlines
10.In My Realm     
11.Divine

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Agosto 2010 14:34