live in italy

06.02.2023
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione Scar Symmetry - The Unseen Empire
Scritto da Somberlain   
Sabato 23 Aprile 2011 13:20

SCAR SYMMETRY – THE UNSEEN EMPIRE

(Nuclear Blast – 2011)

 

scar symmetryE anche per gli svedesi Scar Symmetry è giunto il momento del quinto disco in studio, precisamente il secondo dopo la dipartita di Christian Älvestam (vecchio, amatissimo, cantante della band).

Con questo The Unseen Empire il gruppo prosegue il percorso di evoluzione artistica che già aveva iniziato col forse non entusiasmante Dark Matter Dimensions. Un percorso e uno stile che ha portato più volte la gente a pensare che facessero musica troppo “facile” e “commerciale” per essere death metal; ma, tralasciando il fatto che le etichettature lasciano il tempo che trovano e sono fini a se stesse, quello che si può sentire nei dischi degli Scar Symmetry, in particolare in questo, è musica tutt’altro che facile e commerciale, e basta vederne qualsiasi partitura per rendersene conto.

E così troviamo gli svedesi più in forma che mai, con un disco di death metal melodico robusto, complesso, articolato, forte della solita ottima alternanza tra voci in growl e voci pulite, da sempre caratteristica peculiare del gruppo in questione, di una precisissima sezione ritmica e di un’accoppiata di chitarristi dotata della grande capacità di costruire riff e assoli orecchiabili (forse meno pesanti che in passato), ma al contempo molto tecnici e per nulla banali.

Il disco ruota attorno ad atmosfere futuriste ed aggressive da una parte (sottolineate dalla sezione strumentale e dalla voce in growl di Roberth Karlsson), epico-drammatiche dall’altra (messe in risalto dall’ottima prestazione vocale di Lars Palmqvist, per esempio in Domination Agenda o nel refrain di Seers Of The Schaton), il tutto alternato in maniera magistrale dal sestetto scandinavo. La produzione, infine, come da copione è pressoché perfetta e adatta al suono moderno degli Scar Symmetry. Certo, la critica frequente al fatto che questi svedesi non siano né carne né pesce potrebbe essere fondata, ma…siamo sicuri che una cosa, per essere di valore, debba per forza rientrare in una categoria? Promosso a pieni voti, per quel che mi riguarda.

Voto: 8/10

website: www.scarsymmetry.com

Line Up:
Roberth Karlsson: Voce growl
Lars Palmqvist: Voce clean
Jonas Kjellgren: Chitarre
Per Nilsson: Chitarre
Kenneth Seil: Basso
Henrik Ohlsson: Batteria

Tracklist:
1. The Anomaly
2. Illuminoid Dream Sequence
3. Extinction Mantra
4. Seers Of The Schaton
5. Domination Agenda
6. Astronomicon
7. Rise Of The Reptilian Regime
8. The Draconian Arrival
9. Alpha And Omega

Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Aprile 2011 21:11