live in italy

06.02.2023
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione Samael - Lux Mundi
Scritto da Neni   
Giovedì 05 Maggio 2011 18:23

Samael - Lux Mundi ( Nuclear Blast 2011 )

Samael - Lux MundiSamael.Un nome ambiguo nella storia delle religioni. Per i cristiani è spesso equiparato a Lucifero, nella letteratura ebraica invece è il serpente tentatore...quale che sia la vostra idea di Samael, la mia riguarda uno dei gruppi più interessanti del panorama europeo, e in particolare forse il più notevole della scuderia Nuclear Blast.
I Samael non deludono nemmeno stavolta.
Dopo un azzardato ma notevole e vincente sulla lunga distanza "Above", disco uscito a mio avviso con intento non tanto di autocelebrazione quanto di tributo ad un glorioso passato  (loro e della musica estrema più in generale)  non del tutto perduto, i quattro svizzeri tornano alla ribalta con questo Lux Mundi che non tradisce le aspettative di chi, come me, si aspettava non certo un anacronistico ritorno al black metal "purista" di "Ceremony of the Opposite" o "Passage", ma se mai degli spunti che dessero al nuovo lavoro un connotazione più dark e più metal degli altri, sempre e comunque ben riusciti album. Così, come il serpente tentatore di cui, forse, portano il nome, hanno suscitato curiosità e brama nel pubblico per poi gratificarlo con un lavoro che di certo porta il marchio di fabbrica, ma che ripesca a larghe mani da una tradizione che forse in questi anni avevano dimenticato. E vincono di certo.
Atmosfere cupe e chitarre ben più presenti che in passato accompagnano e danno pregio a voce e synth  ormai ben noti dagli ultimi album in poi e che riescono ad andare a bersaglio mirabilmente.
Nel loro percorso di vita non si capisce quanto vadano verso la luce e quanto invece ne rifuggano. Sono solari ed oscuri al tempo stesso, e con questo Lux Mundi giungono alla sintesti di queste loro caratteristiche, così antitetiche e così magicamente e maestralmente accoppiate. Black Metal a toni orientaleggiantemente sintetici per dei loschi figuri attratti dalla luce che filtra nel buio della loro anima.Questa è la loro musica. In ogni disco insegnano a chi non ne è capace, come si fa ad essere sempre se stessi senza cadere nella tentazione che il serpente della commercialità ti propone.Osare, sempre e comunque.Questa è la strada che hanno sempre percorso e che ha portato i Samael ad essere per 20 anni fedeli a se stessi pur senza cadere nella comune banalità.

8/10

web: http://www.samael.info/Above/index.html

Line Up:
Vorph | vocals, guitar
Xy | drums, programming
Mas | bass
Makro| guitars

Tracklist:
1.Luxferre
2.Let My People Be!
3.Of War
4.Antigod  audio
5.For A Thousand Years
6.The Shadow Of The Sword
7.In The Deep
8.Mother Night
9.Pagan Trance
10.In Gold We Trust
11.Soul Invictus
12.The Truth Is Marching On


Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Maggio 2011 18:33