live in italy

04.12.2021
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Testo Cryptopsy - Cold Hate, Warm Blood
Scritto da Webmurder&Ellen   
Lunedì 11 Ottobre 2010 16:18
cryptopsy-whispersupremacyCryptopsy - Cold Hate, Warm Blood
( Whisper Supremacy )

Cold Hate, Warm Blood

 

Late last night at rest with my mate
I'm visited by a victim of hate
A spectoral group, yet they're one and the same
They would never live
Nor would they have a name
A baby too young to walk or to talk
Rocked to sleep with a big, heavy rock
Becomes a tot with a baleful glare
Sucked from life by a shortage of air

A child beyond time without gender
Metamorphing to surrender
Each shape for one older and still
No end to how each could be killed

By chance in the polyverse i'm all of these
Each to fall prey with unnerving ease
To who knows which ambiguous marasmus
It asked at once knowing
And unknowing the answers

To things far removed from my experience
Or need to know and thus it thanked me
For sparing it death's multiplicitous masques
And life's thankless laborious tasks

January, child born alas
February, still still frail as glass
March through a formative period you must
April child, in god, distrusts
May comes and goes and shortlived is the hope
June is the halfway mark of your rope
July child fears end of time
August child in slow decline
September, sense starts to fail
October's child, the burden ails
November's child malingers on
December's child is dead and gone


Odio Freddo, Sangue Caldo

 

L'altra notte sul tardi,riposavo col mio compagno
ho ricevuto la visita di una vittima dell'odio
un gruppo spettrale, sono una cosa sola
non sono vivi
nè hanno un nome
un bambino troppo piccolo x camminare e per parlare
che è stato addormentato cullandolo con violenza
diventa un bimbetto dallo sguardo malefico
al quale è stata succhiata via la vita da una carenza d'aria.

un bambino assuefatto, oltre il tempo
che muta per arrendersi
a ogni forma,per uno più vecchiop ancora
non c'è fine a come ognuno potrebbe essere ucciso.

per caso nela molteplicità dei versi io sono tutte queste
ognuno inizia a pregare con tranquillità snervante
verso chi sa quale ambigua marasma
ha chiesto nel contempo conoscendo
e ignorando le risposte

riguardo a cose da tempo rimosse dalla mia esperienza
oppure ha bisogno di sapere e per questo mi ha ringraziato
per avergli risparmiato le molteplici maschere della morte
e i compiti laboriosi e ingrati della vita.

gennaio, il bambino è nato ahimè!
febbraio, ancora ancora fragile come il vento
marzo, inizia il periodo formativo
aprile, il bambino diffida di dio
maggio, viene e va e si spera in una vita breve
giugno, sei a metà strada per perdere le staffe
luglio, il bambino teme la fine
agosto il bimbo subisce un lento declino
settembre, i sensi iniziano a mancare
il bambino di ottobre, il fardello che affligge
il bambino di novembre, continua a darsi ammalato
a dicembre il bambino è morto