live in italy

02.10.2022
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Intervista Sonata Arctica 2007
Scritto da The Somberlain   
Venerdì 01 Ottobre 2010 14:59

Intervista Sonata Arctica

SonataArctica

 

17 Aprile 2007
Eccoci di nuovo a fare i conti con un altro gruppo finlandese...tempo fa erano i Catamenia i bersagli dei microfoni di TMI, mentre oggi sono i Sonata Arctica, gruppo famoso nel panorama power metal odierno, che ha appena pubblicato un disco ("Unia"). The Murder Inn ha incontrato il tastierista Henrik Klingenberg e il cantante Tony Kakko, due persone simpatiche e dotate di molto senso dell'umorismo:

 

Somberlain : Penso che "Unia" sia il vostro miglior album di sempre (ridono, ndS): penso che avete perso molti dei clichès tipici del power metal, come per esempio l'uso costante della doppia cassa

Tony : (a Henrik) Questo è un grande ragazzo! Sì, siamo d'accordo con te.

Somberlain: Cosa è cambiato nel gruppo, da quando è entrato nella band Henrik Klingenberg, e come avete composto "Unia"?

Henrik : Cosa è cambiato? Li ho fatti diventare scemi! (ridono)

Tony : I vecchi album li abbiamo composti in poco tempo, mentre, finito l'ultimo tour, ci siamo concessi una pausa. Ho iniziato a mettere giù un po' di idee. Ero stanco di sentire continuamente la doppia cassa e cose simili, infatti in quest'album non compare frequentemente, come hai detto tu. Ci abbiamo messo più tempo del solito: questo è quello che succede a lasciarmi troppo tempo!

Somberlain: Puoi dirci qualcosa riguardo "Fly With The Black Swan", canzone a mio parere piuttosto strana?

Tony : Sì, è una canzone molto divertente; i testi sono abbastanza dark. E' anche una delle mie canzoni preferite.

Somberlain: "Unia" signifca sogni in finlandese. perchè avete scelto questo titolo?

Tony : Avevamo tre o quattro titoli da scegliere, mentre stavamo decidendo come fare il booklet dell'album, quando ci siamo accorti che alcune opzioni a cui avevamo pensato avrebbero potuto essere fraintese, il che è una cosa negativa. Prendi ad esempio la parola "gay". In inglese vuol dire "felice", ma non è la prima cosa a cui pensi sentendo questa parola, no? (ridono)
Avevamo finito di curare la parte grafica del disco, e volevamo anche dare un titolo che rappresentasse tutti i significati dell'album. E penso che "Unia" lo rappresenti bene.

Henrik : Sicuramente è meglio di "Dreams"

Somberlain: Quanto è importante la tecnica strumentale nella vostra musica?

Henrik : Beh, se non hai un minimo di tecnica, non puoi suonare (ridono).
Penso che noi non suoniamo al limite delle nostre capacità tecniche.

Tony : No, infatti io non canto più tutto il tempo così: (e tira fuori un urlo acutissimo molto power metal)

Somberlain: Cosa farete nel prossimo futuro?

Tony : Saremo in tour per un bel po' di tempo: La prossima release che abbiamo in mente sarà un DVD.

Somberlain: Suonerete anche in Italia?

Henrik : Sì, a novembre.

Tony : Il tour inizia in Giappone a luglio, poi in Messico, Usa e a ottobre saremo in Europa.

Somberlain: Conoscete qualche gruppo power metal italiano?

Tony : Sì, i Rhapsody, i Vision Divine, i Labyrinth. Sono gruppi molto bravi.

Henrik : Sì, mi piacciono molto.

Somberlain: Ok, ultima domanda: nelle vostre canzoni parlate spesso di storie d'amore. Sono vere o frutto della vostra immaginazione?

Tony : Sono frutto della nostra immaginzaione: ci ispiriamo anche a libri, film. Come sai ho una gran bella immaginazione (ride)

Henrik : Si, bisogna sopportarlo.     Tony : ( a Henrik) Non saresti qui senza la mia immaginazione (ridono tutti)

Somberlain: Ok, grazie per la disponibilità.

Tony & Henrik: Grazie a te, ciao.