live in italy

02.10.2022
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Intervista Gamma Ray 2006
Scritto da Girli&Webmurder   
Lunedì 04 Ottobre 2010 18:56

Intervista Gamma Ray

GammaRay

 

05 Agosto 2006
Siamo a Wacken da un po' ormai... smaltite le birre della sera precedente e l'emozione per essere nell'area vips, cosa che ogni anno da sempre molta soddisfazione, aspettiamo Winnie ed Ivonne della Sanctuary Records con cui avevamo prenotato uno slottino per fare due chiacchiere con i GammaRay. Subito ci dicono di aspettar eil nostro turno e che Kai sarebbe stato subito da noi. Chi ci ha preceduto si è dilungato un po' troppo ed il mitico vocalist della band annuncia che manca troppo poco al loro show e quindi verrà sostituito da Dirk Schlachter, stoico bassista, per terminare le interviste.
Poco male, perchè il caro Dirk si dimostra ovviamente disponibilissimo e felicissimo di passare un po' di tempo con noi. Molto schietto e sincero non si risparmia e parla abbondantemente di ciò che gli chiediamo:

The Murder Inn: Ciao Dirk! Siamo Enrico e Stefano della webzine italiana The Murder Inn. Siamo molto orgogliosi di conoscerti e di avere l’opportunità di fare una piccola chiacchierata con te. Cominciamo come al solito… con una piccola presentazione di te e della tua band… qualcosa del tipo “Sono Dirk Schlachter dei Gamma Ray… “ e così via!

Dirk: Ciao a tutti sono Dirk, sono il bassista dei Gamma Ray e siamo qui al Wacken Open Air 2006 e… beh…ora possiamo cominciare!

The Murder Inn: OK! Pariliamo del vostro ultimo lavoro: com’è stata la risposta del pubblico e come sono state invece le recensioni della stampa, ad una distanza di alcuni mesi dalla sua uscita?

Dirk: L’ultimo album? Oh… beh per la stampa penso che fosse un pochino diverso dagli altri album che l’hanno preceduto, un po’ più scuro sia per quanto riguarda i testi che tutto il resto… non lo so… la reazione della stampa non è stata quella che c’aspettavamo. In realtà non è stata troppo buona. Quindi… per me non è un problema, perché penso che, specialmente in Germania, la stampa pensi a se stessa: è troppo importante, e molte persone dimenticano che è la musica che alimenta la stampa e non il contrario.E questo è il motivo per cui mi sento di dire “FANCULO”!!! Eh Eh Eh

The Murder Inn: Vi avevo vistoqualche anno fa..avevate suonato in Italia, vicino Venezia, con i Motorhead, ed è stato grande… grande… un grande spettacolo! Mi ricordo anche che avevi una “medicazione” al ginocchio (ndr in seguito ad una caduta saltando dalla pedana della batteria). Com’è andata poi?

Dirk: Non ho più dolore… ma ho avuto un’operazione al menisco… qui …e dopo quell’intervento ho avuto un’infezione. Sono stato in ospedale 4 settimane… ed è stato uno strano periodo. Durante quelle settimane ho usato i cari antidolorifici e il dottore mi disse “no no… non puoi più usare questi antidolorifici perché rischi di diventare dipendente”. Prendevo cose come la morfina… Mi sono divertito in quel periodo… ehehehe… ma stavo crollando a pezzi.
Ora sono molto felice perché non ho più dolore, ma non posso correre, per esempio, e non posso più saltare giù dalla pedana della batteria…
Sono a posto sul palco, ma ho bisogno di stare attento

The Murder Inn: Riguardo al futuro? Qualche tour? Qualche lavoro?

Dirk: Sì… entro breve… quando avremo finito di preparare le cose per questo DVD … quando avremo finito di scegliere il materiale e fare il miraggio, intendo, il miraggio sarà fatto da Tommy Newton e me, dopo di che andremo direttamente in studio. Abbiamo un piccolo lavoro da fare lì… abbiamo dovuto spostarci dal vecchio posto al nuovo l’anno scorso e abbiamo ancora qualche cosa da finire. E ora stiamo cominciando a raccogliere le idee, metterci nell’ottica di produrre il nuovo album molto in fretta, e se ce la faremo, lo finiremo forse per l’inizio del prossimo anno. Il problema è che abbiamo bisogno di finire il tutto prima di Gennaio, per andare in tour in Marzo e Aprile, perché nessuno va in un normale club durante il periodo dei festival, sai, durante l’estate. Se non ce la faremo, andremo in tour nell’ autunno del prossimo anno. Vogliamo fare velocemente il prossimo album, ma dipende da come andrà con le canzoni.. e da come lavoreremo insieme

The Murder Inn: Avete già materiale pronto?

Dirk: Sì abbiamo del materiale avanzato dall’ultima produzione… su cui non avevamo lavorato abbastanza… Abbiamo quelle due o tre canzoni su cui non avevamo lavorato e abbiamo altrettante idee… dall’ultimo.. qualcosa di triste… qualcosa di progressive.. cose da scegliere intendo! Nell’ultimo album non ho lavorato a nessuna canzone ed èp stato un grande rimpianto per me!

The Murder Inn: Dicci qualcosa riguardo il song-writing.. come nasce una vostra canzone? Il tuo modo di comporre una canzone dei Gamma Ray…

Dirk: Beh tutto noi facciamo i compiti a casa [:-)]... abbiamo a casa tutto ciò che ci serve… quindi ci troviamo in studio e suoniamo e facciamo gli arrangiamenti. Qualche volta prendiamo un’idea da uno di noi e diciamo che vogliamo produrla così… o così… discutiamo sul suono in studio e su tutto e pensiamo alla batteria con la drum machine. Altre volte suoniamo e basta.. e mi piacciono molto queste sensazioni! Puoi sentire che c’è qualcosa di speciale in queste canzoni! Una sorta di vibrazione che viene fuori davvero!
Abbiamo pensato di fare più “free-playing” per il prossimo album.. anche se nella musica metal molte cose devono essere fatte a metronomo.

The Murder Inn: Ovviamente ci sarà molto editing …?

Dirk: Sì certo! Durante la produzione sempre… seconda, terza o quarta armonia per le chitarre.. e pulire il suono.. ma prima di tutto ci preoccupiamo delle canzoni… Una canzone dei Gamma Ray deve suonare bene anche solo con 4 di noi… senza tastiere, solo due chitarre, il basso e la batteria! Se la canzone funziona anche solo così… beh allora è ok!

The Murder Inn: Cosa provi quando sei sul palco e cosa vogliono trasmettere al pubblico i Gamma Ray quando sono sul palco

Dirk: Voglio trasmettere ovviamente vibrazioni positive…ma noi non suoniamo Reggae, quindi non è un lavoro poi così facile!Suoniamo ai Festival; lo facciamo sempre con un sistema sul palco di cui non hai idea… Non c’è la possibilità di fare il sound-check, vai solo sul palco e speri che tutto vada liscio e qualche volta è una merda e hai ancora bisogno di sistemare alcune cose… è un duro lavoro!
Ma quando tutto va per il meglio, tutti i sistemi sono tarati al meglio, puoi esprimerti ed è grandioso.. dai tutto ciò che puoi al pubblico e i fans te lo ritornano indietro. E’ come una corrente e lo senti quando succede, qualche volta anche durante i festival… Questo è quello che voglio avere, quando posso sentire la batteria e me, posso concentrarmi sulla gente e creare una bella festa x loro! E’ un cerchio che in linea di massima ha inizio dalla band.

The Murder Inn: Hai qualcosa di strano o divertente da raccontarci… qualcosa che riguardi i tour o le registrazioni?

Dirk: Mi hanno fatto questa domanda molte volte…e la questione è … siamo stati in tour per così tanti anni che certamente ci sono moltissime storie divertenti, ma nel passato durante i tour… sul palco… non erano tour facili, a causa di molte situazioni incerte.. molte cose normali ma niente di astronomico o speciale.
Ad ogni modo.. eravamo a Vegas, in aeroporto.. Non ricordo quale fosse la nostra destinazione… parte del nostro staff, il tastierista Daniel e le nostre valigie,erano sull’aereo. Per una serie di strane motivazioni non ci lasciarono salire sull’aereo. Negli Stati Uniti nessuno ci fa caso, in Europa è una cosa impossibile. Dovevano averli presi da una chiusa. Abbiamo perso l’aereo, ma era ancora lì e lo abbiamo visto decollare! Siamo rimasti lì per 7 ore e pensavamo di andare fuori… eravamo a Las Vegas, giocando d’azzardo un pochino… sai… ma i nostri portafogli erano nel bagaglio, per il nuovo check in, quindi ce ne siamo stati lì per 7 fottute ore… non è stato divertente… strano di sicuro, ma non divertente di certo!!

The Murder Inn: Ora puoi salutare i nostri lettori italiani e ti auguriamo un grande show qui a Wacken!!

Dirk: ok… ciaooo… Sono sempre Dirk… speriamo di tornare in Italia perché i fans sono grandiosi in Italia!!

The Murder Inn: Grazie mille Dirk è stato un grande piacere conoscerti!

Dirk: Grazie a voi!