live in italy

02.10.2022
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Metaldays 2013 Day 1
Scritto da DraconianHell   
Martedì 06 Agosto 2013 13:42

Metaldays 2013 Tolmin (Slovenia) 21/27 Luglio

Pre festival.
Quest anno arrivare a Tolmin è stata davvero un odissea.. Macchina,aereo,pullmann,poi pullmann di nuovo e l ultimo pullmann,con tanto di scoperchiamento della capotta (seguono foto) per arrivare nella mecca dei Festival Europei..Tolmino...
Come ,credo,quasi tutti sappiate,il Metaldays nasce dalle ceneri del Metalcamp. Molti i cambiamenti a differenza delle altre edizioni.Dal pagamento tramite carta prepagata,alla chiusura del campeggio e a tutta una serie di nuove direttive sia per noi della stampa sia per i Fans. Tutti questi cambiamenti non hanno fatto altro che portare migliorie rispetto alle edizioni precedenti. Ovviamente c erano delle pecche ,a mio dire,abbastanza importanti,ad esempio il servizio doccie con l acqua calda(costo 2 euro a doccia) che inevitabilmente dopo un po non c era piu,e la gente si trovava a farsi la doccia con l acqua fredda. Ma i piu temerari(come la sottoscritta) usavano le docce free di acqua fredda..e devo dire che svegliavano e alla grande lol. Altra pecca secondo me era la non distribuzione dell acqua da bere gratis(come invece accade in altri festivals) sopratutto viste le temperature infernali di quei giorni.Percui si era costretti a pagare 3 euro( 2 di costo e 1 di cauzione) per mezzo litro d acqua che in moltissime occasioni non era nemmeno fresca.
Ma apparte tutti questi "inconvenienti" il decimo anniversario del Metaldays è stato davvero grandioso..Una rosa di nomi da far impallidire qualsiasi festival,i prezzi abbordabili dentro l area campeggio,ma imbattibili in paese,la gente,il Soca e le sue gelide acque. Tutto ha reso questo evento,per l ennesima volta ..magico!
Il tempo di trovare un posto e piantare la tenda e si aspetta la prima giornata del Metaldays che vedrà come protagonisti bands come Ensiferum,Pentagram,Kissing Dynamite,In Flames e molti altri.

PhotoGallery

Day 1 _ 22 Luglio
Ci siamo. Che il Metaldays abbia inizio.
Oggi è una giornatina bella piena. Saliranno sul palco gli headliners Overkill  e In Flames preceduti dai non meno importanti Soilwork,i Kissing Dynamite, Ensiferum e molti altri che tra main Stage e Second Stage non lasceranno nessuno spazio vuoto. Il cielo è limpido e gia si preannuncia un gran caldo... che il Metaldays abbia inizio!

La mia giornata inizia nel pomeriggio avviato,con una delle bands piu promettenti degli ultimissimi anni,in un mondo discografico dove il Death Metal dilaga,con le piu svariate influenze ,i teutonici  KISSING DYNAMITE e il loro Glam cominciano a scaldare il numeroso pubblico accaldato che è già presente per acclamarli davanti al palco. Capitanati dal platinatissimo ed effervescente  cantante Hannes propongono prevalentemente i pezzi tratti dal loro full lenght  "Money, Sex & Power",uscito per la tedesca AFM Records l anno scorso e dal predecessore "Addicted To Metal" . I brani sicuramente piu trascinanti sono stati "Money,sex & power","Addicted to Metal","Operation Supernova",l' immancabile "I will be the King".
Ero molto curiosa di sentire live questa band.Il loro ultimo cd è uno di quelli che ti gusti appieno,fresco,simpatico e divertente e devo dire che dal vivo rende molto meglio.Una bands molto affiatata e che ama suonare live,grintosi e che sanno attirare il pubblico verso di loro quando sono sul palco anche persone che "denigrano" il genere proposto da questo quintetto tedesco.E credo che in questi casi si veda la  grandezza di una band in sede live.Davvero grande show il loro.

Ora è il momento della giornata che attendevo con ansia da qualche anno... Nonostante il caldo infernale,il cielo completamente sgombro da nuvole e un main stage totalmente esposto al sole salgono sul palco i SOILWORK. Finalmente riesco a vedermi la band svedese in chiave live. Una delle cose che mi interessa di piu è di ascoltare "The Living Infinite" dal vivo,avendone curato la Recensione e l'intervista a Dirk Verbeuren. La grandiosità di questa band salta subito agli occhi,percisione maniacale, una grinta che travolge tutti. E sulle note di "This monumentary bliss",Parasite Blues","Spectrum of eternity",Rise above the sentiment" e altri pezzi,si conquistano la mia palma personale di miglior band della giornata. Bjorn e soci sono riusciti nell'intento di scatenare il pubblico presente letteralmente "cotto" dal sole e il caldo....! 10+

Con il tramonto e il cambio palco cresce la presenza di pubblico nel Main Stage.Dal silenzio,quasi totale,sale un intro "Symbols" e  si scatena la corsa dei fans per cercare di accaparrarsi il posto migliore per l entrata in scena degli ENSIFERUM...Ed eccoli sul palco Petri e soci non si risparmiano e lanciano sul publico il meglio della loro discografia( o quasi): "In My Sword I Trust", " Guardians of Fate", "From Afar","Burning Leaves"," One More Magic Potion","Lai Lai Hei","Ahti","Twilight Tavern"e  "Iron" sono la scaletta completa che hanno riversato sul pubblico.
Dal vivo sono sempre un ottima band,un pelo troppo statica a parer mio ma sicuramente hanno dalla loro delle sonorità che già di per se fanno "agitare" le teste dei loro fans. La dipartita di Jari sui pezzi nuovi,nonostante siano anni,per quel che ne penso io,si sta facendo molto sentire ,sopratutto a libello compositivo.
La chicca della giornata è stata una ragazza di origine indiana (credo) con in mano un cartello con scritto "Petri you will be mine"(vedi foto),per un attimo mi sono sentita come se fossimo a qualche concerto di boyband alla moda..e la cosa mi ha fatto scorrere qualche brivido freddo lungo la schiena .... ahahahhaha.
Piccola nota personale... non capisco l utilità di Emmi alle tastiere... credo sarà una domanda che mi porrò per molto tempo.

Altro grande gruppo sul palco ora... OVERKILL,i veterani del Metal di questa giornata. Con all attivo ormai 30 anni di attività( ndr :in questi casi mi sento mooolto vecchia xD) sono da sempre una garanzia di grande musica e grande show.Ormai la zona del main stage è praticamente piena di persone,anche nella collinetta sul lato sinistro del palco,tutti in attesa dei 5 newyorkesi capitanati da quella "tarantola" umana che è Bobby Blitz.Con i loro pezzi hanno fatta una grandiosa carrellata in quelle che ,secondo me,sono le perle del loro repertorio. Pezzi come "Come and get out","Rotten the core",Wrecking Crew","Ironbound",Who Tend the fire",le immancabili "In union we stand","Elimination" e "Fuck you" hanno dato del filo da torcere all' attentissima security che tra surfing e poghi vari sono stai messi a dura prova. Uno spettacolo grandioso un ora di musica a livelli inimmaginabili con un suono perfetto e nitido.Al momento ho visto dal vivo gli Overkill ,credo in tutto una decina di volte almeno e ogni loro concerto è smepre meglio,sembra che piu passano gli anni e piu questi"nottetti" del metal diventino sempre piu forti. Semplicemente dei grandi.

over

E' giunto il momento di spostarmi nel second stage. Stanno per salire sul palco  i primi "Grandi" e MOLTO attesi  i britannici BENEDICTION,una delle band storiche che ancora (fortunatamente) calcano i palchi di mezzo mondo. L'aera del second stage è ovviamente riempita dai fans.Dal 1989 riversano il loro devastante Death Metal e ,nonostante il loro primo quarto di secolo ancora hanno lo stesso appeal sul pubblico. Sicuramente della loro esibizione i pezzi che piu hanno messo a dura prova le cervicali dei metalheads accorsi sono stati"They must die screaming","The dreams you dread","Suffering feed me","Jumping at Shadows" e le mie preferite da sempre "Subconscius terro" e "Magnificat".Semplicemente grandiosi.

E ora è tempo di correre al mainstage....qualcuno potrebbe pensare che dopo gli Overkill e i Benediction i giochi siano quasi finiti...e invece iniziamo ad a entrare nella zona calda della serata con gli IN FLAMES.Freschi del loro nuovo lavoro in studio  “Sounds of a Playground Fading” ,il 13° della loro carriera  e  forti della loro ventennale carriera è giunto il loro momento da Headliners. Piu di un ora di show che ha fatto scatenare tutto il pubblico accorso nell area main stage,ormai piena. I 5 svedesinon hanno lasciato il minimo spazio per riposare collo e cervicali,iniziando la loro esibizione con "Sounds of  a playground Fading", "Where the dead ship dwell","Alias",e ancora "Cloud Connected","Fear is weakness","All for me",ovviamente "Deliver us"e altre ancora. Nonostante non ami molto il loro cambiamento negli anni,gli in Flames si sono dimistrati una grande band,capace di catturare e far "muovere" anche chi ha ,come me,diverse riserve sul nuovo stile. il loro show è stato supportato da un suono pulitissimo e da un palco luci davvero grandioso.

Le luci si spengono sul main stage e rimangono accese quelle del second stage che,nella giornata di oggi,ha visto un susseguirsi di band molto valide per lo più "esordienti".Negli anni il second stage s'è dimostrato una bella passerella per le nuove bands europee e non che transitavano al Metalcamp.E anche per il decimo anniversario il Metaldays non poteva non mantenere questa sorta di tradizione.Dalle 21 in poi il second stage si trasforma in una sorta di main stage in miniatura,ospitando molte band di un certo calibro..per lo piu le bands storiche che hanno tutt oggi una certa importanza e che sono state fonde d ispirazione per decenni.

Ora metalheads è il turno di osannare una delle bands metal piu longeve di sempre.Mi riferisco ai PENTAGRAM ,storicissima band attiva(se pur con qualche pausa) dal lontano 1971 capitanati ancora dallo storico cantante e ,a mio avviso,immortale  Bobby Liebling. La loro carriera è passata fondamentalmente in tre grandi varianti musicali,dal Doom,all Heavy per poi approdare a uno Stoner con grandissimi richiami alla spichedelia degli anni 70. La loro esibizione è l ultima della giornata  e non poteva esserci band migliore per chiudere questa prima grande carellata di artisti.I pezzi che hanno scelto per le esibizioni live sono ,nient'altro,che una sorta di sintesi della loro carriera.. Dagli esordi con "Forever be my queen"(che risale al 1973 e a una delle prima chiavi che svilupperanno il Doom vero e proprio) ,"Wheel of fortune", "Ghoul","Everythings turnings to Night","Sign of the wolf","Petrified"e molte molte altre. Un'esibizione la loro grandiosa,Bobby ha dimostrato che non esiste un età in cui si sacisce la fine di una carriera,ormai 60enne ha sempre una grandissimo carisma..e diventa sempre piu inquietante ogni giorno che passa..che la sua forza e quella della sua musica è anche questo.Sicuramente è una delle bands che consiglio di vedere almneno una volta sul palco. Con "Be Forewarned" e "20 Buck Spin" si conclude la prima giornata del 10° anniversario del Metaldays..per domani si spera cali un pò l eccessivo caldo.

PhotoGallery

Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Giugno 2014 21:01