live in italy

06.02.2023
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Metaldays 2015 Day 5
Scritto da Draconianhell   
Mercoledì 26 Agosto 2015 16:48

Metaldays 2015 _ Tolmino(Slovenia) 19-25 Luglio

 



Day 5
Con la tristezza nel cuore eccoci all'ultima giornata del Metaldays.E dalle facce si denota che domani sarà abbastanza tragico il rientro! ma Per fortuna oggi ci attende una giornata memorabile con tantissime band di culto del nostro grandioso amato genere musicale.
La giornata in sala stampa inizia come al solito prestissimo,tra report da pubblicare ,bands da seguire,e fotografie quest'anno abbiamo voluto strafare con tutta una serie di interviste bomba corate da me e dalla nostra new entry Grace! Abbiamo cose succose da farvi leggere!


Ma passiamo alla giornata di oggi.
primissima band che seguo dall'area stampa sono i MANNTRA. fautori di un ,così detto "Balcanic Rock" che a me sembra più un Industrial simile a quello dei Ramstein! Li trovo molto coinvolgenti nonostante sono solo le 15.30 e il caldo regna sovrano. Una cosa che trovo un pò stonata è la lingua.Il cantanto in croato,non so lo trovo molto discordante.. ma forse sarà perchè non non abituata a sentire quel tipo di pronuncia! Tutto summato una band molto interessante!

E' tempo della prima tappa sul Second Stage,sul palco ora gli italianissimi CHRONIC HATE con i queli abbiamo avuto anche un interessantissima intervista che leggerete presto! Ma torniamo al Metaldays. Purtroppo per questa esibizione sono orfani del loro batterista Marco,sostituito dalla batterista più Strong d' italia,ovvero Elisa "Helly"Montin(Prescription Happiness)!Nella loro mezz'ora a disposizione hanno dato prova della loro imponenza musicale. Negli anni per loroè stato un continuo crescendo e tutta la fatica fatta finalmente li ha portati su uno dei palchi più importanti ,per le band emergenti,d'Europa. Un muro di suono sovrasta tutta l'area del second stage e il pubblico comincia ad affluire numeroso. La potenza e violenza della voce di Andrea è supportata in ogni singolo passaggio strumentale dalle chitarre di Daniele e Nicola e dal basso di Marco,passando ovviamente dall'inarrestabile batteria di Helly! Una grandiosa esibizione che ha messo sicuramente in risalto le loro qualità musicali e sicuramente li ha fatti conoscere a un pubblico molto più ampio rispetto alla"ristrettezza" del pubblico italico!

E' tempo di tornare sul Mainstage.. al mio arrivo mi trovo un po spiazzata,sul palco trovo i DR LIVING DEAD ..mascherati. Come spesso accade conosco la band musicalmente ma di cui non mi curo mai di scoprirne i tratti somatici,percui era invenitabile che non riuscissi a riconoscerli fino al momento in cui hanno iniziato a suonare! Pubblico che comincia a rimpolpare l'area sotto il palco. Devo dire che a me sta band dal gusto puramente retrò del mio amato Thrash Metal USA,piace davvero tanto. Nella loro scaletta presenti pezzi come "Hard Target","Gremlin's Night","Civilized to Death","TEAMxDEADx" e altri hanno dato una sferzata di sano divertimento e il primo superpogo della giornata! Ma una domanda porge spontanea...  come hanno fatto a non morore dal caldo con addosso le maschere di plasticone malefico? Se non fossero cosi bravi meriterebbero un premio solo per questo! Per chi ancora non li conoscesse ..non fateveli scappare! Il grande THRASH della Bayarea made in Scandinavia.Grandiosi!

Rimango nella zona del main stage per una delle bands che nonostante ci provi constantemente,non riesco a farmi piacere...almeno su cd. Vediamo se in chiave "stage" riusciranno a farmi cambiare idea. Direttamente da San Diego in California(mi piacciono ste uscite alla Magalli ...xD) arrivano sul palco i CARNIFEX. La loro scaletta si compone di quello che,a mio avviso, è una sorta di "the best of" con i pezzi che per la maggiore hanno avuto successo tramite i vari canali della band in Youtube. Con"In Coalesce With Filth and Faith","Die Without Hope","Hell Chose Me","Dark Days" e qualche altro pezzo Mi fanno capire che dal vivo sono un ottima band ,per gli appassionati di questa variante del Death Metal,ma che purtroppo più di 3 canzoni non reggo li trovo sempre molto monotoni e tra una canzone e l'altra non c'è grande varietà sonora. Ma sta di fatto che comunque sono degli ottimi musicisti e che sanno tenere bene un palco e far divertire chi gli sta difronte.E questa è la cosa essenziale a prescindere che al reporter piaccia o meno il genere!

Credo che il Metaldays di questa edizione sia quello che ha avuto più bands della Nuclear Blast di sempre.. il che vuol dire avere l'80% di possibilità in più di tirar su un festival con i "controgioielli". Giusto per non sbagliare dopo i

Carnifex arrivano sul palco i SUICIDE SILENCE che, abbandonato il lutto per la dipartita di Mitch Licker nel 2012, finalmente ritornano sulle scene grazie a un grandioso Eddie Hermida e trova una nuoba dimensione sonora e finalmente può riprendersi una gran bella fetta di fans che li davano per sciolti!
La loro esibizione era tra le più attese qui al Metaldays e lo si denota dal subito dalla massiva presenza dei loro fans,da quelli che sperano in un flot live della band a quelli che invece hanno apprezzato l'evoluzione sonora fatta. Fatto sta che sul palco del Metaldays si comportano in maniera ottimale... senza fronzoli e imbellettamenti scaricano sul pubblico un ondata di violenza pura condita da una sana dose di divertimento. La band sul palco non perde un colpo e fa una carellata memorabile della loro discografia,partendo da pezzi come "Unanswered","No Pity for a Coward","Fuck Everything","Sacred Words" giusto per citarne un paio. Di sicuro al momento è una delle band più coinvolgenti di questa edizione!

E' tempo correre nel second stage per una band che DEVO vedere per forza,visto che fa parte di quelle che non son mai riuscita a vedere per un problema o l'altro...gli INFESTUS! Attivi dal 2003 non so perchè non hanno mai avuto il rilievo nella scena mondiale che si meritano. Arrivano al Metaldays tramite"ripescaggio",se vogliamo chiamarlo cosi,in pratica chiamati a sostituire gli Obscura. E la cosa non poteva andarmi meglio! Son davvero curiosa di sentirli dal vivo sopratutto per sentire se trasmettono lo stesso Pathos che sento dai loro lavori. Nonostante li definiscano Black Metal io non li classifico specificatamente cosi,mi sembra troppo riduttivo per il loro sound cosi ricco di atmosfere.
In un palco completamente celato dall'oscurità fanno il loro ingresso accolti da un ovazione generale..a quanto pare non ero l'unica ad aspettare in trepidazione il loro show. Sul palco sono davvero grandiosi nel poco tempo a loro disposizione hanno davvero dato prova della loro grande caratura e spero che dal Metaldays in poi abbiano il posto che si meritano nella scena mondiale..o perlomeno che gli vengano riconosciuti i meriti che indubbiamente hanno sopratutto dopo un lavoro in studio come "The Reflecting Void"! la scaletta che ci propongono è fatta ovviamente da prezzi del nuovo album ma anche con una sorta di scelta logica negli altri lavori in studio che hanno fatto negli anni.
Il loro live inizia con l'immancabile intro che ogni buona band BM deve avere seguita a ruota da"A dying dream","Down Spiral Depersonification","Torn Observer","Spiegel der Seele","Interlude","Willinglessly Anticipating","Death","Der Blick Hinaus","Descend Direction" e"Void".. con la "morte nel quore devo abbandonarli per volare nel main stage...

Da qui in poi è un susseguirsi di emozioni e di tante "rotture di collo". L'headbanging si sa che è quello che ci porterà tutti da vecchietti a un artrite nella zona cervicale.. ma con una band come quella che sta salendo ora sul palco che si può fare se non del sano e liberatorio headbangin selvaggio?

La band che dal Canada ha conquistato le Classifiche Metal mondiali e che da 20 anni ormai infuoca le arene che li ospitano.. sicuramente avrete già capito di chi sto parlando.. Ma per chi avesse qualche problema a riconoscerli nella mia descrizione,finalmente salgono sil palco i KATAKLYSM capitanati dal "gladiatore" del Metal Maurizio Iacono. Poco più di un ora di tempo per loro in cui fanno partire il devasto tra l pubblico mandando in piena crisi i ragazzi della security quando Iacono invita tutti a fare crowdsurfing,di sicuro il pubblico non se l'è fatto riperete due volte ed è iniziato un vero e proprio fiume umano che arrivava davanti alle transenne,mettendo davvero a dura prova i ragazzi che dovevano prenderli al volo onde evitare danni. Grazie a questo "scherzetto" noi fotografi abbiamo lasciato prima l area del photopit e diciamo che le imprecazioni si sprecavano. Ma tutto sommato abbiamo portato a casa il risultato. la loro esibizione è stata davvero grandiosa,chi li conosce sa la potenza che scaturisce dal loro suono e dalla presenza scenica di Iacono che ha pochi eguali,se poi mettiamo anche una scaletta da far accapponare la pelle il gioco è fatto."To Reign Again","If I Was God","Like an Animal","Thy Serpents Tongue","At the Edge of the World","Elevate","The Ambassador of Pain" e cc non poteva non essere la conferma della grandiosità di questa band!

Dopo i Kataklysm in cui mi son guadagnata il riposo del guerrriero vedendomelo tutto si cambia completamente clima.L'area stampa è affollata tra chi scarica foto o chi come me comincia a buttare giu le tracce che poi diventeranno quello che state leggendo in questo momento. Come dicevo si cambia clima sul palco or auno degli

headliners di questa edizione,per me un pelo sopravvalutati,ma come sempre son gusti miei personali. E' il momento del FOLK degli svizzeri ELUVEITIE.Non so eprchè ma parlando con un po di "popolazione maschile" tutti fremono per gli Eluveitie... o meglio per le componenti femminili della band, sta di fatto che delle eprsone con cui ho scambiato parole sulla loro imminente esibizione la risposta virava subito verso le doncelle e non verso la musica. Cosa che mi da molto su cui ragionare.

Dunque per darvi un idea di com'è stato il loro spettacolo farò cosi:
"Origins (Intro)","King","Nil,"Neverland","Uis Elveti","AnDro","Thousandfold","Omnos(metal version),"A Rose for Epona"(in acoustico),"The Call of the Mountains","From Darkness","Kingdom Come Undone","Quoth the Raven",
"Tegernakô","Havoc","Inis Mona" e l'epilogo..fine del loro show. Questo è per farvi capire la loro esibizione.. zero contatto con il pubblico se non frasi.."Hey Metaldays I can't Hear you" o banalità cosi che si contavano sulle dita di una mano. Musicalmente non c'è molto da dire..se non che son bravi anche se a tratti noiosi.. ma come performance a 360° son davvero pessimo..glaciali forse è il termine giusto!

Andare verso il second stage è praticamente impossibile visto l'ammasso di gente che si incanala nel metalmarket,che è ,tra l'altrol'unica via di accesso al second stage anche per noi reporter e fotografi in attesa degli"Dei" di questa giornata percui me ne torno in aera stampa e vado avanti con il lavoro!


Tra una cosa e un'altra mezzanotte e mezza arriva in un secondo e ci rendiamo conto che siamo alle ultime battute del Metaldays... ma ancora non è tempo di fare lacrimucce... sul palco arriva una delle band piu discusse dalla

cristianità polacca e non solo.. i BEHEMOTH. Già vedere il palco con l 'allestimento del tour di "The Satanist" fa accapponare la pelle,poi noi del photopit realizziamo che sarà anche un impresa fotografarli visto le immense strutture che hanno difronte.. Un ora e mezza a loro disposizione e già so che volerà.
Palco completamete buio con l intro in sottofondo e dopo un po si accendono due fuochi,tenuti sopra la testa da Nergal ed è davvero il delirio, la scaletta è davvero impareggiabile e annovera pezzi come : "Blow Your Trumpets", "Gabriel",,l'immancabile "Conquer All","Decade of Therion" pe rpassare a pezzi più "pacificatori" come "Ora Pro Nobis Lucifer","Christians to the Lions" o"Messe Noire". Ovviamente hanno fatto i capisaldi della loro discografia "Alas","Lord Is Upon Me" e"Slaves Shall Serve"  per citare i più noti e lasciano per ultima .."O Father O Satan O Sun!". Non ci sono molte parole per descrivere il loro show. Puliti,essenziali,questa band è capace di ipnotizzare le folle solo con la presenza scenica e il carisma di Nergal che con solo le espressioni e i gesti è di un magnetismo che ha dello strabiliante. L'area del main stage è piena fino alla fine e anche sulla collinetta laterale si vede poco posto libero. I Behemoth ..sicuramente la degna conclusione all'edizione 2015 del Metaldays!

Detto questo vorrei spendere due parole sul Metaldays che non riguardano prettamente la musica di cui ho già parlato in qesti 5 giorni di report. Da 13 anni ormai bazzico Tolmin,prima con il Metalcamp e poi con il Metaldays che è nato dalle sue ceneri. In questi ultimi 3 anni ho assistito a una crescita davvero pazzesca del festival per quel che riguarda la vivibilità a la qualità che qualsiasi festival DEVE offrire al proprio pubblico.

Posso definirlo senza grossi problemi un FESTIVAL A MISURA DI FAMIGLIA.. quest'anno c'è stato il boom nel pubblico di giovanissimi metalheads accompagnati dai genitori ..percui se volete un fosto fantastico per le vacanze in famiglia Metaldays è il posto per voi!



LOCATION:
Beh che dire di Tolmin ..è una perla. Mai nessuna location supererà questo bellissimo paese a poco meno di un ora dal confine Italiano...tra in una valle con montagne che la incorniciano e le limpide e ghiacciate acqua dell'Isonzo con le due spiaggette del festival Tolmin è sicuramente "il paradiso oltre l'inferno"!!

IGIENE:        
Al Metaldays l igiene è curata,con tantissimi bagni chimici sia aree campeggio che zone stages,pulite e igienizzate quotidianamente,docce fredde e con l acqua calda(per quanto essa non sia mai abbastanza) e punti di raccolta e smistamento rifiuti. In caso di forti temporali profiugano pe pozze d'acqua in giro per le varie aree del festival ..cercando di minimizzare i disagi.

SERVIZI VARI PUBBLICO:
Tantissimi punti informazioni, ricariche delle paycard,ricariche ai telefonini o apparecchiature elettriche sempre sorvegliate e la postazione stabile di primo soccorso e aiuto per disabili con o senza accompagnatore

CIBO
Grande varietà di cibo e qualitativamente molto elevata,alla postazioni pizza,a quelle per veg,o intolleranti al glutine,per carnivori ecc..ce n'è per tutti i gusti insomma...senza contare la vicinanza al paese che permette spesa alimentare per chi vuole risparmiare un pochino...


Cosi si spengono i riflettori sul Metaldays di quest'annoe già non vedo l ora che sia l'anno prossimo che riserva già nomi di tutto rispetto .. difatti son già confermati per l edizione 2016:

SEPTICFLESH,EINHERJER,VARG,INSOMNIUM,KRISIUM,SERENITY E KREATOR ...con prevendite già on line a prezzo strepitoso!
Direi che avete un motivo in piu per esserci e sopratutto tempo per organizzarvi!

THE END

Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Agosto 2015 09:38