live in italy

10.08.2022
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione (EchO) – Devoid of Illusions
Scritto da BloodyMarha   
Domenica 01 Aprile 2012 18:23

(EchO) – Devoid of Illusions (2011, BadMoonMan Music)

Nonostante la tremenda etichetta di “debuttanti”, i bresciani (EchO); nati nel 2007, e giunti alla pubblicazione del primo full-lenght “Devoid of Illusions”, passando attraverso un paio di demo; non si sono fatti fermare dal peso delle parole.
Il detto dice “la strada del paradiso è lastricata di buone intenzioni”, è sicuramente con questo spirito che la band italiana si è approcciata al debutto.
Il modo di suonare, denota un gruppo maturo, orientato ad un sound originale, rimarcato da una struttura che tende a ripetersi attraverso buona parte delle tracce, ovvero, partenze interessanti ben strutturate, e prosecuzioni che si vanno qua e là perdendo tra melodie e riff leggermente monotematici (ovviamente in quanto doom band, la lunghezza dei brani è un’arma a doppio taglio, da un lato la tradizione stilistica, dall’altro un pericoloso particolare da gestire con molta precisione e accuratezza).
Tuttavia le nove canzoni nel loro complesso, si avvalgono di una certa disinvoltura nell’esecuzione, ed una ricerca di accorgimenti, che rende onore ad una band emergente.
Highlight e brano che può far da portavoce per capire i toni di “Devoid…”, potrebbe tranquillamente essere “Unforgiven March”, dove il lavoro melodico/malinconico unito al confronto con l’aggressività vocale e strumentale è superbo.
A conti fatti, è difficile sperticarsi nelle sole lodi, dal momento che qualche incertezza appare a far capolino, ma è altrettanto impossibile non accorgersi dell’energia genuina dei sei doomster, dell’approccio professionale e certamente delle migliori intenzioni con cui hanno provveduto a creare questo disco.
Promossi ma con riserve (da risentire prossimamente).


Voto: 6 +

Website: http://www.facebook.com/pages/EchO/141116903052

Line-up:

Paolo Copeta: batteria
Mauro Ragnoli: chitarre
Simone Mutolo: pianoforte, tastiere
Antonio Cantarin: voce
Simone Saccheri: chitarre
Agostino Bellini: basso

Tracklist:

1.  Intro 
2. Summoning the Crimson Soul 
3. Unforgiven March 
4. The Coldest Land 
5.Internal Morphosis 
6. Omnivoid 
7. Disclaiming My Faults 
8. Once Was a Man 
9. Sounds From Out of Space (feat. Greg Chandler)