live in italy

02.10.2022
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione Black Messiah - The First War Of The World
Scritto da Bloody Marha   
Martedì 17 Agosto 2010 13:09

Black Messiah - The First War Of The World (AFM 2009)

 

BLACK_MESSIAH_-_The_First_War_Of_The_WorldDevo dire che giudicare questo disco è veramente difficile. In origine li conobbi attraverso il loro disco “Oath of a warrior”, e mi fecero una buona impressione; poi li persi un po’ di vista ed ora ritrovandomi ad ascoltare il loro quarto full-lenght sono leggermente confusa. Questa mia perplessità deriva dal fatto che “First war of the world” mi si è presentato spento, poco carico. Le canzoni prese singolarmente sono ben fatte, non eccessivamente rivolte ad un pubblico strettamente amante del viking/folk; l’uso della lingua madre del gruppo, il tedesco, in pezzi come “Gullveig” e “Von Der Toren Valhalls”, contribuisce ad accentuare l’atmosfera epica. Eppure c’è qualcosa che non va. Sembra che ci sia un blocco creativo, per cui le tracce messe insieme formano un disco fine a se stesso; un cane che si morde la coda in fin dei conti, nulla di eclatante. E in questo 13 canzoni con un minutaggio notevole – ad esclusione delle quattro narrazioni – certo non aiuta se di base hai materiale poco entusiasmante. Ciliegina sulla torta con i suoi quasi dieci minuti la ballata “Andacht”; violino annesso; è di una pesantezza incredibile. Chiaramente mi pare nullo l’apporto che questo lavoro possa dare alla scena vichinga e tanto meno credo si possa candidare questo album a migliore dell’anno. Nei tre anni che separano quest’ultimo arrivato dal suo predecessore ci si poteva aspettare – e perché no, pretendere – qualcosa di migliore. Con sincera delusione penso di poter dare solo una misera sufficienza, con la speranza che nel futuro dei Black Messiah trovino posto cd decisamente meno mediocri e privi di energia.

6/10

Web: www.black-messiah.de Lineup:
Zagan – voce, chitarra, violino
Meldric – chitarre
Zoran – chitarre
Agnar – tastiera
Garm – basso
Surthur – batteria

Tracklist:
1. Prologue – The Discovery
2. The Vanir Tribe
3. Gullveig
4. Von Rachsucht Und Luege
5. March Of The Warriors
6. Von Der Toren Valhalls
7. The Battle Of Asgaard
8. The Chase
9. Burn Vanaheim
10. Das Unterpfand
11. Peace At A High Price
12. Andacht
13. Soeldnerschwein