live in italy

06.02.2023
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione Virgin Steele - The Black Light Bacchanalia
Scritto da The Somberlain   
Domenica 24 Ottobre 2010 09:07

Virgin Steele - The Black Light Bacchanalia ( SPV 2010 )

 

VirginSteele-TheBlackLightBacchanalia

A ben quattro anni di distanza dal precedente (e molto discusso) Visions Of Eden, tornano i Virgin Steele con un nuovo disco, il dodicesimo per la precisione. E che disco.
Il gruppo americano, che non ha bisogno di presentazioni, ci ha abituato a opere colossali, dalle durate iperboliche (ci aggiriamo attorno ai 76 minuti questa volta), ma dense di contenuto, e, salvo rare eccezioni, impeccabili sotto ogni aspetto (a parte forse la produzione, non sempre all’altezza di un gruppo come il loro, in attività da 28 anni). Per l’occasione il successore di Visions Of Eden si dimostra un ottimo album. L’apertura è affidata ai toni epici di By The Hammer Of Zeus (And The Wrecking Ball Of Thor). Epicità che non si perde neanche nei successivi brani, guidati dalla voce teatrale e carismatica (ma forse a volte troppo alta in produzione) di DeFeis. Il gruppo si destreggia su pezzi più classicamente metal (per esempio The Orpheus Taboo, dove il cantante dà il meglio di sé recitando la parte vocale come meglio sa fare), così come su ballate dal sapore solenne (Nepenthe). Non manca nemmeno la suite d’ordinanza, rappresentata degnamente dagli 11 minuti di To Crown Them With Halos Parts 1 & 2. Il gruppo si mostra sempre a proprio agio per tutta la durata del disco, e la performance dei nostri è perfetta. La produzione non è male, anche se nei primi brani la voce forse risalta troppo sul resto degli strumenti, ma a parte questo piccolo particolare il ritorno dei Virgin Steele è segnato da un album di ottimo livello. Ultima nota da segnalare è che esistono tre tipi di artwork differenti, ognuno per ogni edizione (cd, lp e digipack). Nella limited edition digipack si trovano 3 canzoni in più rispetto all’edizione normale.
Sia che siate fans dei Virgin Steele sia che siate semplicemente fans della buona musica, fatelo vostro.

Voto: 8/10

 

Web: www.virgin-steele.com

Line Up:
David DeFeis: voce, tastiere, arrangiamenti orchestrali
Edward Pursino: chitarre
Joshua Block: basso
Frank Gilchriest: batteria

Tracklist:
1. By The Hammer Of Zeus (And The Wrecking Ball Of Thor)
2. Pagan Heart
3. The Bread Of Wickedness
4. In A Dream Of Fire
5. The Orpheus Taboo
6. Nepenthe
7. Necropolis (He Answers Them With Death)
8. To Crown Them With Halos Parts 1 & 2
9. The Torture's Of The Damned
10. The Black Light Bacchanalia (The Age That Is To Come)
11. Eternal Regret