live in italy

06.02.2023
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione Witchery - Witchkrieg
Scritto da Stefano   
Giovedì 11 Novembre 2010 23:09

Witchery - Witchkrieg  (Century Media - 2010)

 

Witchery-WitchkriegI Witchery non hanno prodotto molti dischi, essendo un progetto parallelo di alcuni dei più esposti musicisti della scena svedese (Opeth, Arch Enemy...) e, non ultimo, il nuovo arrivato, niente pò di meno che Legion. L'impasto fra il sound dei Witchery e lo screaming dell'ex singer dei Marduk è buono, anche se, a volte, il frontman svedese sembra ancora un corpo estraneo alla composizione. Coordinate stilistiche di Witchkrieg? Le velocità e rasoiate del death-thrash misto ad ampie concessioni alle putride paludi del mid tempo death svedese classico. Se in Wearer Of Wolf's Skin, e Hellhound, è la sezione ritmica ad essere sugli scudi (accelerazioni di doppia e buoni stacchi), in The God Who Felt From Earth, e, in misura minore anche nella successiva Conqueror's Return, la band gioca tutto sull'atmosfera morbosa e reiterata, con tanto di riffing circolare sporco e cattivo.
Il duetto The Reaver - From Dead To Worse convince meno: dove la prima è troppo diritta e quasi semplice, pur essendo efficace; la seconda procede similmente in maniera molto quadrata, riservandosi gli unici sprazzi di melodia dell'intero disco. Risolleva le sorti Devil Rides Out con il suo riffing non originalissimo, ma baciato da passaggi vocali poderosi; a cui segue un'altro schiaffo d'acciaio chiamato One Foot In The Grave, giocato su ritmiche telluriche e Legion sugli scudi fra screaming e growling. Paradossalmente in Witch Hunter sembra di sentire i Motorhead in pieno trip death svedese: doppia cassa veloce e martellante, riffing circolare e ossessivo e un groove notevole.
Hung, Drawn And Quartered riassume molte delle caratteristiche già espresse: sezione ritmica sugli scudi (blast beat a spendere), riffing "a motosega" e Legion che digrigna i versi.. fino a sputare fuori belluinamente "...Hung, Drawn And Quartered...".

7+/10

web: www.myspace.com/witcherytheband

Line up:
Erik "Legion" Hagstedt - voce
Patrik Jensen - chitarra ritmica
Rille Rimfält - chitarra ritmica e solista
Sharlee D'Angelo - basso
Martin Axenrot - batteria, percussioni

Track List:
1. Witchkrieg (solo by Keery King of Slayer)
2. Wearer Of Wolf's Skin
3. The God That Fell From Heart (solo by Hank Shermann of Mercyful Fate)
4. Conqueror's Return
5. The Reaver (solo by Gary Holt & Lee Altus of Exodus)
6. From Dead To Worse (solo by Andy LaRoque of King Diamond)
7. Devil Rides Out
8. One Foot In The Grave (solo by Jim Durkin of Dark Angel )
9. Hellhound
10. Witch Hunter
11. Hung, Drawn And Quartered (only in digipack)

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Novembre 2010 12:48