live in italy

06.02.2023
Menu Principale
Risorse
Murderletter
Nome:
Email:

 

online poker

SWFobject

Contenuto alternativo flash

È necessario aggiornare il tuo Flash Player

Get Adobe Flash player

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed
Recensione Sinheresy – The Spiders and the Butterfly EP
Scritto da BloodyMarha   
Domenica 11 Marzo 2012 18:16

Sinheresy – The Spiders and the Butterfly EP (2011 - Revalve Records)

Come recita la bio allegata all’EP, i Sinheresy, nascono a Trieste nel 2009, dal bassista Davide Sportiello, dal chitarrista Lorenzo Pasutto, dalla cantante Cecilia Petrini e dal batterista Alex Vescovi; a questi componenti si aggiungono in seguito il cantante Stefano Sain e il tastierista Daniele Girardelli.
I ragazzi si fanno strada esibendosi come cover live band dei Nightwish, fino al momento della svolta con l’incisione del lavoro che viene di seguito recensito.
Con grande sorpresa (e, lo ammetto, un po’ di pregiudizio), non mi si presenta davanti un’imitazione dei Nightwish, benché alcune linee vocali, piuttosto che la combo di certi synth orchestrali e cenni di tastiera, ricordino l’inconfondibile stile dei finlandesi.
Per loro fortuna il timbro e in qualche modo lo stile della singer Cecilia, sembra essere solo liberamente ispirato ad una Tarja o all’attuale figura di Anette Olzon – benché nelle parti di botta e risposta con il collega Stefano, non si può non pensare al buon Marco Hietala -; parlo volutamente di vantaggio nel non voler ricercare a tutti i costi una somiglianza con le cantanti succitate, prima di tutto perché almeno nel caso della Turunen, vedo difficile la possibilità di “riprodurla” alla perfezione, e in secondo luogo, perché si sarebbe trattato di un cliché davvero misero, e a quanto pare i Sinheresy hanno buone basi e pochi motivi per attaccarsi alla voglia di essere qualcun altro.
La pecca forse più grande di “The Spiders and the Butterfly”, è l’aver caricato molto, troppo, i brani di un power che poi finisce per essere francamente ripetitivo, seppure ci sia qua e là qualche accorgimento interessante e riflette un’ idea molto solida musicalmente.
Da segnalare assolutamente “Merciless Game”, che si avvale di una corazzata di effetti sinfonici notevole ed ha un buon dinamismo tra voce e musica.
Tenendo conto che è difficile giudicare una band solo con cinque brani, e se la band in questione, è emergente, la faccenda si fa ancora più complicata. Sommariamente non siamo di fronte ad un capolavoro, ma nemmeno a qualcosa da buttare in toto. Ai Sinheresy serve un maggior incontro con se stessi (anche se come ribadisco, non sono un gruppo fotocopia), volto a costruire un sound che sia personale al 100%. Tutto ciò aggiunto all’esperienza e alla maturazione favoriranno il gruppo nei suoi passi successivi.


Voto: 7 –

Website: http://www.sinheresy.com/

Line-up:

Davide Sportiello - basso
Lorenzo Pasutto – chitarra
Cecilia Petrini – voce
Alex Vescovi – batteria
Stefano Sain – voce
Daniele Girardelli – tastiere

Tracklist:

1. Temptation Flame
2. The Spiders and the Butterfly
3. Merciless Game
4. Forever Us
5. When Darkness Falls